ARCATA s. f.

  • arte/arch./archeol., Struttura ad arco o a volta cilindrica; struttura formata dall’insieme di più archi. (GRADIT , 1590 ; LEI,  ‹arcuare› )

  • mus., Toccata dell’archetto sulle corde di uno strumento. (GRADIT , 1640 ; LEI, s.v. ‹arcus› )

  • med./farm., Struttura o complesso di strutture disposte ad arco. (GRADIT , 1913 ; LEI, s.v. ‹arcuare› )

0

LINGUE IN CUI LA VOCE ITALIANA SI È DIFFUSA

0

FORME DERIVATE DALLA VOCE ITALIANA NELLE ALTRE LINGUE

0

TOTALE SIGNIFICATI ATTESTATI NELLE ALTRE LINGUE

Lingue romanze Significati totali: 14 Forme totali: 3
Francese Francese
  • 2 forme in lavorazione
  • 10 significati
Vedi le forme
arcatureIn lavorazione (3 significati)
arcadeIn lavorazione (7 significati)
Portoghese Portoghese Portogallo
  • 1 forma
  • 4 significati
Vedi le forme
arcada [ɐrˈkadɐ].
  1. s. f. arte/arch./archeol. portici (Houaiss, sec. XV; sec. XV, in IVPM: Houaiss. Secondo JM viene dall’italiano sotto la forma dialettale piemontese-lombarda arcada, probabilmente attraverso il francese.)
  2. s. f. corpo uman. struttura, ossea, fibrosa, vascolare ecc., disposta ad arco (Houaiss, sec. XV; sec. XV, in IVPM: Houaiss. Secondo JM viene dall’italiano sotto la forma dialettale piemontese-lombarda arcada, probabilmente attraverso il francese.)
  3. s. f. () movimento del petto di chi respira con difficoltà (Houaiss, 1619; sec. XV, in IVPM: Houaiss. Secondo JM viene dall’italiano sotto la forma dialettale piemontese-lombarda arcada, probabilmente attraverso il francese.)
  4. s. f. mus. toccata dell'archetto sulle corde di uno strumento (Houaiss, 1836; sec. XV, in IVPM: Houaiss. Secondo JM viene dall’italiano sotto la forma dialettale piemontese-lombarda arcada, probabilmente attraverso il francese.)
Altre lingue europee Significati totali: 1 Forme totali: 1
Ungherese Ungherese
  • 1 forma
  • 1 significato
Vedi le forme
árkád [aːrkaːd].
  1. s. arte/arch./archeol. (grande) arco, una serie, un insieme di archi ( EWUng, Nszt, ÚESz, 1820; Nszt: 1820 (ma in EWUng ancora: 1853); Parola di diffusione internazionale, nell’ungh. dal francese (in cui si aveva una forma risalente all’ital. arcata), forse tramite il tedesco (EWUng, ÚESz) )

Legenda

Tipi di prestito

forma: italianismo diretto

forma: italianismo indiretto

forma: prestito incerto

forma: formazione ibrida

forma: formazione imitativa su modello italiano

forma: italianismo di secondo grado

forma: da assegnare

Simboli

non più in uso

arcaico/desueto

neologismo

significato innovativo